Attenzione ai piccoli ospiti che possono trovare riparo dal freddo sotto i cumuli di foglie secche, come ad es. i simpatici ricci
che devono essere protetti e rispettati (anche perché ci danno un grosso aiuto nella lotta contro insetti e chiocciole!)

Le basse temperature di questo periodo non consentono di effettuare molti lavori. All’inizio del mese, in una giornata asciutta, preparate le aiuole che ospiteranno le vostre piantine nella prossima primavera: vangate il terreno, incorporate del letame maturo misto e lasciatelo esposto all’azione sgretolante e strutturante del gelo e degli agenti atmosferici.

Prima dell’arrivo delle gelate e del freddo intenso bisogna terminare la messa a dimora dei bulbi a fioritura primaverile (Bucaneve, Crocus, Giacinti, Narcisi, etc.).

Indubbiamente in questo periodo il re dei fiori è l’Elleboro (Helleborus niger). Questa specie produce tra i mesi di dicembre e gennaio spettacolari fiori bianchi che possono resistere alle basse temperature per molte settimane. Proteggeteli con campane per farli fiorire a Natale!
Tagliate alla base i crisantemi sfioriti e ritirate quelli in vaso.

Fino ai primi geli potete mettere a dimora le specie decidue (a foglia caduca), scegliendo giornate asciutte e senza vento. Sospendete invece la messa a dimora di specie sempreverdi che non siano coltivate in vaso.
In caso di nevicate, rimuovete prontamente il manto nevoso da alberi e arbusti (specialmente sempreverdi) per evitare la rottura di branche e rami.
Eliminate i rami secchi dagli alberi prima che il carico nevoso possa provocare la loro caduta con possibili danneggiamenti e pericoli.
In caso di clima siccitoso, bagnate le piante sempreverdi, intervenendo nelle ore più calde della giornata.
Proteggete le specie più giovani e delicate contro il gelo, zappettando intorno al colletto delle piante per eliminare le erbe infestanti eventualmente presenti e distribuendo uno strato di materiale pacciamante al fine di proteggere le radici dalle basse temperature.

E’ indispensabile favorire il riposo vegetativo del tappeto erboso.Sospendete quindi ogni operazione di taglio, concimazione ed irrigazione.

Valgono le considerazioni viste nei Lavori di Novembre.

La regina della casa per eccellenza è la Stella di Natale che con il suo colore rosso vivace porta un’allegra nota di colore durante i pranzi e le cene delle festività natalizie. Di seguito riportiamo alcuni utili consigli per mantenere questa bellissima piantina in buona salute:

 

Cimate i germogli sin dal mese di febbraio (quindi dopo la fioritura del primo anno) in modo tale da stimolare l’emissione di nuove branche.

Concimate e annaffiate regolarmente avendo cura di non esporre la pianta alla luce diretta del sole.

In agosto - settembre trapiantate la giovane pianta in un vaso più grande.

Nei mesi di Settembre e Ottobre, dalle 17.00 alle 08.00, collocate la pianta in una stanza buia con temperature inferiori ai 18°C per stimolare il processo di fioritura.

A novembre ripristinate le normali ore di luce e aumentate leggermente le temperature per stimolare la fioritura.

Preparate il terreno per le colture primaverili. Se non lo avete già fatto, appena possibile distribuite uniformemente del materiale organico e poi vangate. Le piogge ed i geli invernali favoriranno la sminuzzatura delle zolle e la strutturazione del terreno.
Proseguite nella raccolta di Cavolo verza, Radicchio da cespo, Spinacio, Cicoria da taglio, Rucola, Valerianella, Lattuga da taglio, Ravanello.

Valgono le considerazioni viste nei Lavori di Novembre.

Pulite il tronco degli alberi con spazzole rigide per eliminare larve di cocciniglia e carpocapsa.
Proseguite nei lavori di messa a dimora, evitando i periodi di gelo.

Valgono le considerazioni già esposte per quanto riguarda melo e pero.

Valgono le considerazioni viste nei Lavori di Novembre.
Proseguite nella raccolta dei frutti.

Proseguite nei lavori di messa a dimora di Lampone, Mora, Ribes, Rovo senza spine e Uva spina, evitando i periodi di gelo.

...........................................................................................................................................................