I lavori di Settembre

 

 

 

 

Giardino

PIANTE ANNUALI

Continuate ad irrigare costantemente le vostre piante per mantenerle sane e rigogliose fino ai primi freddi.

PIANTE ERBACEE PERENNI

Assisterete in questo periodo ad un rigoglio vegetativo del vostro giardino, dovuto al calo delle temperature ed all’aumento della piovosità: sarà quindi necessario procedere costantemente alla rimozione manuale delle erbe infestanti.

Tra metà settembre e metà ottobre dividete i cespi delle perenni più vigorose.

PIANTE ACIDOFILE

Durante il bimestre settembre – ottobre potete mettere a dimora e/o rinvasare le vostre piante acidofile.

In questo mese sarà facile trovare erosioni circolari sui bordi dei lembi fogliari delle vostre acidofile: sono i danni provocati dall’oziorrinco, un insetto contro cui è meglio agire in questo periodo eliminando le larve mediante bagnature al suolo con preparati commerciali a base di nematodi.

BULBOSE

A settembre, quando termineranno le fioriture di Lilium e Gladioli, sarà il momento della messa a dimora delle bulbose a fioritura primaverile come Irisi, Narcisi, Crochi, Muscari, etc.; la profondità d’impianto delle bulbose deve essere pari a 3 volte l’altezza del bulbo in terreni leggeri e drenanti e 2 volte in terreni pesanti e argillosi.

ROSAI

Se non lo avete già fatto in primavera, entro e non oltre la metà di settembre concimate le vostre rose con del fertilizzante granulare, irrigando dopo l’applicazione.

Accorciate di un terzo gli steli che portano fiori appassiti.

Eliminate le erbe infestanti e, se necessario, rinnovate la pacciamatura.

Per le rose rampicanti e sarmentose, continuate a legare o accompagnare sui sostegni i getti nuovi o quelli troppo lunghi.

ALBERI E ARBUSTI

Preparate i vostri arbusti all’arrivo dell’autunno somministrando prodotti organici a lento effetto, che renderanno disponibili i nutrienti necessari alle vostre piante la prossima primavera.

Eliminate con interventi di potatura i disseccamenti occorsi durante l’estate e recidete le infiorescenze sfiorite di Lavanda, Buddleia, Caryopteris e Perovskia.

Effettuare una leggera potatura di riordino sulle siepi sempreverdi.

TAPPETO ERBOSO

Continuate con gli sfalci del vostro tappeto erboso, aumentando la frequenza e diminuendo leggermente l’altezza di taglio solo se le giornate cominceranno ad essere meno calde.

Concimate il vostro prato con prodotti ad alto titolo di potassio (K), elemento che aumenta la resistenza al freddo e alle malattie.

Tutto il mese di settembre fino alla prima metà del mese di ottobre è il momento ideale per la semina del prato (utilizzando specie microterme, presenti nella quasi totalità dei miscugli reperibili nei garden del Nord Italia).

PIANTE DA APPARTAMENTO

Quando le temperature scenderanno sotto i 10 – 15 °C, riportate in casa le vostre piante d’appartamento. Diminuite le bagnature fino a che non accenderete il riscaldamento.

Orto

In questo mese continuate a seguire i vostri ortaggi irrigando regolarmente, eliminando manualmente le piante infestanti, controllando i sostegni e procedendo con le semine e le raccolte.

SEMINE E TRAPIANTI DI SETTEMBRE

Potete seminare in piena aria (pianura padana) entro metà settembre: cipolla bianca, prezzemolo e ravanello.

Potete seminare in piena aria (pianura padana) per tutto il mese di settembre: cicoria da taglio e da cogliere, lattuga da taglio, rucola, spinacio, valerianella.

Potete trapiantare in piena aria (pianura padana) fino a metà mese di settembre: cicoria catalogna e pan di zucchero, finocchio, radicchio.

Potete trapiantare in piena aria (pianura padana) per tutto il mese di settembre: porro (per le produzioni primaverili) e radicchio di Verona.

Frutteto

Pomacee (melo, pero, cotogno)

Il lavoro più importante da eseguire durante questo periodo è la raccolta, da effettuarsi nei tempi indicati per ciascuna varietà.

Nelle piante in allevamento, continuate con l’inclinazione orizzontale dei germogli a portamento assurgente quando superano i 50 cm di lunghezza.

Durante il periodo di raccolta, sospendete i trattamenti per non avere residui di fitofarmaci sui frutti!

Drupacee (pesco e nettarina, albicocco, susino, ciliegio)

Durante questo periodo effettuate la raccolta delle varietà tardive di pesco, nettarina e albicocco.

Nelle piante in allevamento, continuate con l’inclinazione orizzontale dei germogli a portamento assurgente quando superano i 50 cm di lunghezza.

Durante il periodo di raccolta, sospendete i trattamenti per non avere residui di fitofarmaci sui frutti!

In tutto il frutteto procedete regolarmente con le irrigazioni e la trinciatura del prato